Single post

Gli italiani e i telefoni smart

Un anno fa il 73% degli Italiani con più di 16 anni e un telefono era già passato a dispositivi evoluti, multimedia o smart (Nielsen, 2013). Il trend ha dimostrato una crescita costante, sotto la spinta irrefrenabile della tecnologia e del mercato, tanto che oggi le nuove linee proposte dai produttori come Samsung, LG, Nokia, Htc, Apple, Blackberry, sono tutte immancabilmente composte da telefoni smart. Basta guardare la vetrina di un negozio o più semplicemente i passanti che telefonano e navigano su Internet dal cellulare per osservare questo dato di persona.

Quale conclusione si può trarre? Semplice: in un qualsiasi Comune italiano, oggi, praticamente tutta la popolazione con telefono usa giornalmente un dispositivo di nuova generazione, lo tiene in tasca, lo ha fatto diventare parte della propria quotidianità, un proprio modo evoluto di comunicare, navigare la rete. Questa realtà di fatto mette l’ente pubblico, il Comune in particolare, di fronte alla scelta di seguire la cittadinanza nel suo nuovo modo di comunicare, oppure di attardare questo passo (fino a che verrà forzato per legge, come è stato per i siti web comunali, dapprima poco diffusi o scarsamente fruibili, poi imposti e sottoposti a una serie di requisiti, a partire dalla Legge Stanca). Non c’è dubbio che le usanze e le modalità di comunicazione evolvano, gli italiani lo dimostrano e il report della società internazionale di ricerca Nielsen conferma l’Italia ai primi posti, davanti a molte nazioni europee ed extraeuropee, inclusa la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, per citare solo due esempi illustri.

theme by teslathemes